Venerdì cucina straniera: Paella de mariscos

paellaLa ricetta di oggi, di Anna Maria Palma, è saporita e ricca di storia. Vi consiglio di sperimentarla con i vostri amici. Tanti gli elementi che la compongo e grande è la soddisfazione che si raggiunge dopo la sua realizzazione. Il piatto prende il nome dal contenitore, ricordato per i 2 manici che lo sorreggono. Racchiude gli ingredienti della zona spagnola e le sue origini si collocano tra il XV ed il XVI secolo. La pietanza si gusta specialmente durante il pranzo della domenica.

Ingredienti x 6 persone:

–      400 gr riso carnaroli

–           10 gamberoni

–           5 scampi piccoli

–           2 seppie di media grandezza

–           4 calamari

–           1 kg di cozze

–           300 g  di vongole

–           2 salsicce

–           1 petto di pollo

–           2 peperoni (1 giallo, 1 rosso)

–           100 g di piselli

–           300 g  pomodori ramati

–           1 cipolla

–           1 spicchio d’aglio

–           brodo di pollo (2 ali di pollo, 1 osso, cipolla, sedano e carote)

–           3 bustine di zafferano

–           Peperoncino

–           Prezzemolo

–           Olio evo

–           1 cucchiaio di curcuma

PROCEDIMENTO

 

Tagliare tutti gli ingredienti in cubetti irregolari (salpicon).

In una paella cominciare a soffriggere la cipolla a fuoco medio, aggiungere i peperoni e gli ingredienti carnici, rosolare ed aggiungere il mollame.

Mettere il riso e condire con sale, peperoncino e zafferano, la curcuma i pomodori concassè i piselli e l’aglio tritato; rimestare bene il riso ed aggiungere il brodo, tutto in una volta (da questo punto in poi non girare assolutamente più il riso ).

Poi disporre a raggiera i frutti di mare , e in ultimo i crostacei.

Lasciar ritirare completamente i liquidi, lasciando che si formi sul fondo della paella una leggera crosta. Spolverare con del prezzemolo tritato e un filo di olio a crudo.

Far riposare, coperta da un panno, 15 minuti prima di servire.

Annunci