Claudio Villella e il suo estro…

Quando si torna nella propria regione di nascita, vivendo altrove, ci si immerge nei ricordi, non sempre positivi, tra contraddizioni, paesaggi, persone che si desidera abbracciare e altre che si vorrebbero cancellare.

Ma i sapori no, restano come i profumi, gli sbuffi che solleticano ciò che di positivo è in noi … Specialmente nel periodo di festa.

Così, in qualche giorno trascorso a Catanzaro non ci si può non scendere a Lido, dallo chef Claudio Villella, mago dei fornelli, nella cornice del ristorante Olimpo dinnanzi il mare.

Claudio, ormai è un cuoco ben noto per l’abilità che ha di narrare il territorio e di far parlare i suoi piatti copiosi di tradizione e sapore. Ci si immerge nel gusto con il volto, si gustano prima con la vista, poi con l’olfatto e infine con la forchetta sebbene, talvolta, sembri un omicidio doverli assaggiare, tale è la bellezza.

In occasione delle festività natalizie, si tende ad assaporare i panettoni per stilarne una classifica. Si sa, il Belpaese è lungo e vario, gli artisti pasticceri numerosi e anche se mister Villella è uno chef la sua abilità nelle dolcezze è palpabile. Il suo panettone alla melanzana Lady Violetta di Longobardi è ormai noto e in questo Natale grazie al compagno di merende Roberto P. lo abbiamo assaggiato per primi.

Profumo gradevolissimo, soffice, dal sapore delicato, le melanzane candite sono smeraldi e topazi incastonati. Un morso tira l’altro … abbinandolo a un buon Greco di Bianco, altro prodotto di eccellenza del territorio…

Alla salute!