L’aristocratico del gusto, il Conte, all’opera: Caprese di Burrata

giuseppe

Proprio in questi giorni si svolgerà la finale di uno dei programmi più fortunati sul tema del cibo: Masterchef, ormai giunto alla sesta edizione. Chi sarà il vincitore? Importa davvero? Alcune volte non è necessario vincere una battaglia, ma il modo con il quale si combatte. Ricordate tutti i volti di chi è salito sul podio di Masterchef? Forse no, ma certamente rammenterete alcuni concorrenti. E’ il caso di Giuseppe Garozzo Zannini Quirini ben più celebre come il Conte, partecipante indimenticabile della quarta edizione. Lacrime, sorrisi, raffinatezza e soprattutto buon gusto hanno lasciato un segno indelebile nel cuore e nel palato di chi lo ha seguito nel tempo…Da questo lunedì, per 4 settimane, l’aristocratico del gusto, ci coccolerà con una delle sue creazioni, a voi la prima…

Ingredienti per 4 persone:

3 – 4 pomodori ramati;

basilico;

pistacchi;

2 – 4 burrata (stracciatella);

2 limoni e Zest di limone;

olio evo;

aceto balsamico tradizionale (almeno 12 anni);

olio evo all’aglio;

crema di Trombolotto* ( se reperibile, condimento a base di un antico limone di Sermoneta);

sale e pepe da macinare al momento.

Procedimento:

Mettere a marinare i pomodori ramati tagliati a fette sottili con olio, limone, sale e aceto (balsamico tradizionale). A parte preparare un pesto con basilico, pistacchi, olio all’aglio, olio, sale e acqua.

Aprire la burrata. Sminuzzare la parte di copertura e mescolarla con l’interno. Condire con sale e pepe.

Disporre in un piatto una fetta di pomodoro, aggiungere la burrata, condire con il pesto e coprire con altra fetta (volendo questa fase la si può ripetere ancora una volta). Guarnire con qualche foglia di basilico sminuzzata a mano, granella di pistacchio, pepe macinato al momento, Trombolotto* e olio q.b.

caprese

 

 

 

Annunci