Venerdì cocktail di Luky Lucian: Vin Brulè

cocktail1

 

Dopo una settimana di silenzio, ritorniamo con un cocktail. Mi era sembrato giusto lasciarvi tra i bagordi dei vostri amici e delle vostre famiglie. Oggi, però, I’m back!

Viste le temperature, Luky non poteva non realizzare un intramontabile bevanda le cui origini affondano ai tempi di Apicio che nel De re coquinaria , principale fonte della cucina romana, ne descrive una versione profumata, generalmente offerta agli ospiti sempre desiderosi di assaggiarla.

Qualcuno di voi si è mai chiesto da dove derivi la parola vino? Dal latino vinum sarebbe la prima riposta da dare. In realtà è più antica. La radici appartengono al sanscrito… L’etimo ven significherebbe amare. Talvolta la bevanda sacra a Bacco ci rende privi di freni inibitori, più predisposti all’amore… Per una volta lasciamoci andare.

Noi ci riscriviamo il 2018!

Fate danni sempre…

Ingredienti:

Vino rosso;

Grand Marnier;

gin;

zucchero;
cannella;
zenzero radice;
chiodi di garofano;
noce moscata  grattugiata al momento;
cardamomo;
arance.
Annunci